UNDER 15 A-B- Mister Bevilacqua: il pupillo di Sarri che ha compiuto l’impresa con l’Avellino

0
572

Bevilacqua- L’Under 15 dell’Avellino domenica scorsa ha scritto una pagina della sua storia, centrando la qualificazione agli spareggi play off.

Nell’ultimo decennio si è diffuso sempre più il fenomeno del “guardiolismo” che ha permesso a tanti ex calciatori importanti di saltare tutta la trafila della gavetta sia nei campionati giovanili che in quelli minori, solo per il nome “pesante” che portano. Ma per fortuna con l’avvento di Sarri prima in serie A e poi ai vertici del nostro campionato, sembra si sia ritornati ad apprezzare quei professionisti che hanno saputo lottare e sudare sui campi minori.

C’è un allenatore a livello giovanile Giuseppe Bevilacqua, classe 1972, che dopo una lunga trafila in diverse squadre del settore giovanile, quest’anno si è preso le luci della ribalta con l’Under 15 dell’Avellino.

 

Dopo una carriera come allenatore nelle formazioni giovanili di Juve Stabia e e Paganese, dal 2010 al 2013 ha guidato la formazione Berretti del Sorrento, avendo il piacere di lavorare a stretto contatto con mister Maurizio Sarri. Proprio il tecnico che oggi col suo Napoli sta meravigliando il mondo, manifesterà grande stima per Bevilacqua favorendo una buona sinergia tra prima squadra e formazione giovanile.

Ma Bevilacqua, napoletano sia di nascita che nello spirito di adattamento, dopo due campionati alla guida prima degli Allievi Nazionali e poi dei Giovanissimi dell’Aversa Normanna, prova anche il ruolo di osservatore stavolta per il Siena Calcio.

L’esperienza dura solo una stagione perchè manca troppo la panchina e allora c’è il ritorno a Pagani, come allenatore della formazione Under 17, ma a stagione in corso Bevilacqua decide inaspettatamente di lasciare la squadra per motivi personali.

Quest’anno per lui arriva una nuova occasione, stavolta ad Avellino, una piazza molto “chiacchierata” per quanto concerne il calcio giovanile, ma anche qui Bevilacqua conosce solo una regola, quella del lavoro duro. E la prima parte di stagione è davvero spettacolare con i 2003 biancoverdi che lottano col Napoli per la testa della classifica, ma il finale diventa improvvisamente sempre più faticoso. Forse il braccino del tennista a un passo dal traguardo porta gli irpini a perdere punti e posizioni mettendo a repentaglio la qualificazione ai play off. E invece il pareggio prima in casa contro la Roma e la vittoria sul campo dell’Ascoli domenica poi regalano ai campani la storica qualificazione ai play off.

E così domenica 6 maggio c’è la prima gara di spareggio sul campo del Bari in una gara a eliminazione diretta, ma per Bevilacqua e più in generale tutta la Cantera irpina la festa è appena cominciata…

Marco Lepore

(Visited 997 times, 1 visits today)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome qui