RIETI- Una stangata da ventimila euro per il club…

0
215
fonto foto: rieticalcio

Rieti- Il club laziale a livello giovanile ha ormai terminato la stagione dei campionati nazionali, senza che nessuna formazione si sia qualificata.

Altra stangata per il Rieti.

In data odierna il Tribunale Federale ha sanzionato il club amarantoceleste con una ammenda di 20.000 euro. Il motivo della sanzione, riportato nel comunicato, è relativo al mancato deposito del programma di formazione del settore giovanile, che doveva essere effettuato entro il termine del 1° ottobre 2018, previsto dalla normativa federale.

Questa violazione risale dunque alla gestione Poulinakis, che è stato deferito in qualità di presidente, all’epoca, del CDA. Deferimento per responsabilità diretta anche per il club. La sanzione prevista di 30 mila euro è stata ridotta di un terzo dopo il patteggiamento della società, proprio da qui viene fuori la sanzione complessiva di 20 mila euro, alla quale va aggiunta l’inibizione di 30 giorni proprio a Manthos Poulinakis.

IL COMUNICATO:

La Procura federale con atto del 27 febbraio 2019 ha deferito a questo Tribunale il sig. Poulinakis Matthaios, nella qualità all’epoca del fatto di presidente del C.d.A. e legale rappresentante della Società FC Rieti, per rispondere della violazione dell’art. 1bis comma 1 CGS – FIGC in relazione alla inosservanza dell’impegno assunto dalla Società con la dichiarazione di cui al punto 2), lettera T), del Titolo III – Criteri Sportivi ed Organizzativi – del Manuale delle Licenze Nazionali per la Serie C 2018/2019, pubblicato sul C.U. n. 50 del 24 maggio 2018, consistito nel mancato deposito del programma di formazione del settore giovanile, che doveva essere effettuato entro il termine del 1° ottobre 2018, previsto dalla normativa federale. È stata altresì deferita la Società FC Rieti Srl a titolo di responsabilità diretta ai sensi dell’art. 4 comma 1 CGS – FIGC per il comportamento posto in essere non solo dall’odierno deferito, ma anche dall’altro legale rappresentante della Società, a nome Gianluca Marini, il quale aveva patteggiato la pena ai sensi dell’art. 32 sexies stesso Codice.”

Fonte: ilmessaggero.it

(Visited 1 times, 1 visits today)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here