PRIMAVERA 1- Atalanta-Napoli: gli orobici strapazzano i partenopei per 45 minuti, nella ripresa gli azzurrini salvano l’onore

0
1273
Atalanta

Atalanta-Napoli: nel prossimo turno si giocheranno i match Udinese-Atalanta e Napoli-Hellas Verona, con i partenopei a caccia di punti salvezza nello scontro diretto.

Oggi pomeriggio al  “Comunale” di Azzano San Paolo si è giocata la gara valida per la 25° giornata del campionato Primavera 1 tra la capolista Atalanta e il Napoli (clicca qui per presentazione del match).

In casa nerazzurra ormai non fa più parte della squadra il gioiellino Musa Barrow, attaccante da 23 gol in pianta stabile da qualche settimana in prima squadra e che stasera potrebbe esordire dal primo minuto. Nel Napoli mister Beoni punta nuovamente su Leandrinho (clicca qui per articolo) come punta centrale e schiera la formazione tipo per cercare di ben figurare al cospetto di una squadra molto più attrezzata.

Dopo una prima fase di studio in cui le squadre provano a testare le difese avversarie, l’Atalanta passa al 18′ con un’azione imbastita da Migliorelli che serve sulla sinistra lo svedese Kulusevski il cui cross è perfetto per Alessandro Mallamo che deve solo appoggiarla di piatto. Passano pochi minuti e la Dea raddoppia, stavolta Schaeper si oppone alla grandissima sulla conclusione di Colpani ma il più lesto nel tap-in è Peli che ribadisce in rete. A cinque dal termine il Napoli ha una tripla occasione con Gaetano la cui conclusione è respinta da Carnesecchi, che si ripete sia su Otranto che su Leandrinho a zero metri dalla porta. A calare il tris allora è ancora l’Atalanta con l’ivoriano Latte Lath che, servito in profondità, approfitta di una difesa statica e totalmente ferma, per superare ancora una volta Schaeper. Ma non è finita qui perchè allo scadere del primo tempo Peli scappa sulla destra e mette al centro una palla perferta per Kulusevski che mortifica la squadra azzurra per la quarta volta in appena quarantacinque minuti.

Nell’intervallo immaginiamo le urla di Loris Beoni per un primo tempo davvero indecoroso dei suoi e così a inizio ripresa il tecnico partenopeo sostituisce Basit e Zerbin con Vecchione Palmieri, quest’ultimo da qualche turno inspiegabilmente fuori dai titolari dopo un periodo in cui aveva realizzato reti pesantissime. Nella ripresa gli azzurrini provano a rendere il passivo un pò meno pesante, ma sul colpo di testa di Senese si genera una mischia e la difesa dell’Atalanta salva sulla linea. E’ un’altra squadra in campo quella azzurra, probabilmente anche perchè i padroni di casa calano vistosamente il ritmo, e al quarto d’ora su angolo battuto da Gaetano il portiere orobico si salva ma Palmieri è il più lesto a ribadire in porta di testa. A cinque minuti dal termine Gaetano avrebbe anche l’occasione per dimezzare lo svantaggio ma Carnesecchi è bravissimo a sventare la conclusione così come immediatamente dopo su Otranto.

Termina 4-1 per l’Atalanta un match dominato nel primo tempo dagli orobici che hanno letteralmente preso a pallonate gli azzurrini, nella ripresa i cambi di Beoni hanno reso la squadra partenopea più pericolosa e forse c’è da chiedersi se tutti i titolarissimi sono davvero meritevoli di giocare in questa fase, o se forse sarebbe meglio in alcuni ruoli schierare chi sembra più fresco e ha sicuramente più energie da spendere. I ragazzi di Brambilla mantengono temporaneamente la testa della classifica da soli, in attesa di Torino-Inter, mentre il Napoli si è fatto pericolosamente risucchiare nella lotta per non retrocedere.

 

ATALANTA: Carnesecchi, Zortea, Alari, Del Prato, Migliorelli, Mallamo, Bolis, Colpani, Latte Lath, Kulusevski, Peli. A disp.: Piccirillo, Salvi, Zanoni, Carminati, Heidenreich, Chiossi, Colley, Nivokazi. All.: Brambilla.

NAPOLI: Schaeper, Zanoli, Scarf, Basit, Delly Marie Sainte, Senese, Mezzoni, Otranto, Leandrinho, Gaetano, Zerbin. A disp.: D’Andrea, Bartiromo, Pizza, Calvano, Vecchione, Coglitore, Palmieri, Sgarbi, Energe. All. Beoni.

Marco Lepore

(Visited 360 times, 1 visits today)

LASCIA UNA RISPOSTA

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome