NEWS- Primo esperimento di “Silent Match” per cambiare la mentalità…

0
341

 

Silent Match- Il primo esempio di applicazione nella sfida del campionato Esordienti tra ASD Calcio Zoppola e il Pordenone sabato 24 marzo.

Niente insulti verso arbitri, giocatori e allenatori. A Pordenone, a Zoppola per la precisione, il 24 marzo scorso, così come segnala Calcio&Finanza, è andato in scena il “Silent Match”; una partita silenziosa per la gara della categoria Esordienti a 9 (10-12 anni) tra i padroni di casa del Calcio Zoppola e il Pordenone.

Una novità, nel panorama italiano: l’idea è venuta alla madre di un giovane giocatore dello Zoppola, prendendola in prestito da quando già accade in Gran Bretagna, sempre nei tornei giovanili.

POCHE REGOLE, MA CHIARE – “Sono consentiti solo gli applausi e le espressioni collettive di incoraggiamento verso i ragazzi. Nessun commento dovrà giungere dagli spalti verso i giocatori o nei confronti del dirigente arbitro”. La volontà era quella di “permettere ai ragazzi di vivere con maggiore serenità uno sport che, a questa età, è prima di tutto un gioco”.

Come è andato l’esperimento?  Niente insulti o bestemmie, solo applausi, anche ai gol degli avversari.

La partita si è così trasformata in un pomeriggio all’ insegna del rispetto e del fair play. Un esperimento riuscito, piaciuto anche alle famiglie.

Riuscirà a sbarcare anche tra i grandi? Chissà…

Fonte: itasportpress

(Visited 45 times, 1 visits today)

LASCIA UNA RISPOSTA

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome