NEWS- Potenza: ecco il bellissimo gesto del ’99 Vaccaro (ex Bari)

0
258
Di Meglio

Vaccaro- L’ex calciatore del Bari si è reso protagonista di un bellissimo gesto nei confronti di un ragazzino di appena dieci anni.

Ci è pervenuta tra le mani una storia che vale la pena di essere raccontata. Una storia che ricalca i vecchi valori del calcio, quelli intangibili, privi di ‘macchia’. Un racconto che lega in maniera indissolubile un giovane ragazzo, agli albori della sua carriera calcistica, e un baby tifoso, pronto a non dimenticarsi facilmente del gesto appena compiuto nei suoi confronti. E si sa, a volte basta veramente poco per rendere felice una persona. Il protagonista del nostro racconto è Francesco Vaccaro, terzino sinistro classe ’99 che lo scorso gennaio ha lasciato il Bari Primavera per intraprendere la sua prima avventura nel calcio dei grandi, con la casacca rossoblù del Potenza.

Domenica 29 aprile 2018. Per la 33^ giornata del campionato di Serie D, i padroni di casa del Potenza ospitano il Taranto allo Stadio “Alfredo Viviani”. Prima della partita, durante la fase di riscaldamento, il baby tifoso rossoblù Antonio (10 anni) è intento a chiamare a gran voce i suoi beniamini in campo, speranzoso di poter ricevere una maglietta della sua squadra del cuore. Con tanta gentilezza, Vaccaro promette al piccolo tifoso la sua casacca al termine della partita, invitando il bambino a non muoversi da quella postazione e seguire l’incontro da quella posizione privilegiata.

Il triplice fischio del direttore di gara sancisce la vittoria per 3-1 del Potenza, con Vaccaro pronto a portare a termine il suo nobile gesto. Nel momento in cui il calciatore è in procinto di consegnare la maglietta al suo baby fan, un altro tifoso strappa letteralmente dalle mani il ‘trofeo’ del piccolo Antonio, lasciando senza parole i due protagonisti della nostra storia. Visibilmente dispiaciuto, Vaccaro invita Antonio a recarsi il mercoledì seguente agli allenamenti della squadra, promettendogli che in quell’occasione avrebbe potuto mantenere la parola data.

Il lieto fine della nostra storia si è compiuto pochi giorni fa quando, durante i festeggiamenti per la promozione in Serie C del Potenza, Vaccaro ha riconosciuto il suo piccolo tifoso entrato nel frattempo nel rettangolo di gioco, rietrando dagli spogliatoi con la tanto desiderata maglietta. Un gesto che non è passato inosservato né a noi né al papà di Antonio, Felice, che ha voluto ringraziare pubblicamente Francesco Vaccaro per l’affetto dimostrato nei confronti di suo figlio. Sono queste le storie che fanno bene al mondo del calcio, diventato sempre di più terra di avidità e sete di potere.

fonte: mondoprimavera.com

(Visited 79 times, 1 visits today)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome qui