NEWS- Da Chiavari al…”Giraud” di T. Annunziata, la Viesse Sport di Raiola-Cirillo e quei raduni che hanno regalato un sogno…

0
1006

Giovanili- A Torre Annunziata (Na) iniziarono anni fa alcuni raduni per giovani talenti che hanno mostrato negli anni un’ottima capacità di scouting.

Alessandro Tripaldelli (’99) Gianluca Sbordone (’00) Tony Gallo (’00), Davide Merola (’00), Visin Seid (’00), Gigio Donnarumma (’99) Maurizio Schaeper (’99) Francesco Massa (’01), Francesco Semeraro (’01), Gabriele Corbo (’00), Alessandro Carnicelli (’99) e Vincenzo Di Dato (’00): sono questi soltanto alcuni nomi di giovani calciatori  attualmente punti di forza di squadre di categorie giovanili importanti (tra queste la Primavera) e che negli anni scorsi hanno fatto parte ed avuto la fortuna, provenienti dalle rispettive scuole calcio, di partecipare ad alcuni Raduni nati da un’idea di Vincenzo Raiola e Stefano Cirillo, idea che poi ha preso il nome di VIESSE-SPORT: il percorso dei mille colori.

Era il lontano 2011 quando nacque la collaborazione sportiva tra Raiola e Cirillo (non ancora denominata Viesse Sport) finalizzata alla scouting di giovani talenti presenti sul territorio campano. Fu proprio Vincenzo Raiola, cugino del più famoso Mino, ad organizzare tra il 2012 e 2013, con l’ausilio di Cirillo, alcuni raduni per ragazzi presso il Centro Sportivo di Sant’Antonio Abate (Na). Ma non solo. Col passar dei mesi il progetto vide nascere tanti raduni anche allo stadio “Alfredo Giraud” di Torre Annunziata (Na), la casa del Savoia calcio.

Raduni ai quali erano presenti 18, al massimo 20 ragazzi di ogni categoria ed età, già selezionati attraverso un lavoro di scouting particolare tralasciando l’idea di “ammassare” 40-50 ragazzi togliendo loro spazio e magari dando meno possibilità di mettersi in mostra. La capacità di fare scoutingQuella fu l’ambizione del duo Raiola-Cirillo che diedero vita successivamente alla “Viesse Sport”.

E proprio anni fa, in occasione dei primissimi raduni, giunsero a Torre Annunziata dalla lontana Chiavari, due ragazzi giovani, zaino in spalla e pieni di speranze che, invitati dallo stesso Raiola, uno che spesso “vede lungo”, ebbero la possibilità di riprendere, attraverso l’ausilio di video-camere e varie attrezzature, i vari allenamenti e gare amichevoli (in cui erano presenti tanti giovani promesse chiamati dalle varie scuole calcio del territorio).

Erano due ragazzi che in quel momento stavano portando avanti il progetto Wyscout, già esistente per le prime squadre, soprattutto all’estero, ma che si sarebbe poi sviluppato anche nel mondo giovanile, grazie anche all’aiuto e ai consigli di Vincenzo Raiola.

Vedrai che tra un paio di anni tutti parleranno di questo progetto Wyscout” recitò Raiola all’epoca. E oggi Wyscout e’ storia di tutti i giorni…

Viesse Sport, Chiavari, Torre Annunziata, Campania, Wyscout, Stefano Cirillo, Vincenzo Raiola, Sant’Antonio Abate, stadio “Alfredo Giraud”, raduni e giovani talenti: sono tutti dei “piccoli pezzi” che hanno dato vita al Progetto Viesse-Sport, il “Percorso dei Mille Colori”…che ha contribuito a regalare un piccolo sogno a tantissimi scugnizzi…

Piero Vetrone

(Visited 1 times, 1 visits today)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here