MERCATO- PEN-ULTIMI “botti” di mercato: ecco le novità!

0
1546
Alessandro Guarnone

Mercato- Le trattative sono agli sgoccioli in quanto il 17 agosto la serie A e B chiuderà i battenti del calciomercato. La Serie C avrà tempo fino al 25.

L’Udinese è alla ricerca del nuovo Meret e preleva da una scuola calcio di Pordenone due giovani pipelet (clicca qui per articolo), il Sassuolo pesca dal Pisa (clicca qui), il Bologna acquista, invece, un giovane svedese (clicca qui).

Altra operazione per il Torino Primavera che ha tesserato Marco Capone, difensore centrale classe 1999 che fa il suo ritorno in maglia granata, dopo l’esperienza al Crotone. Lo riporta toronews. Andiamo in Sardegna dove l’Arzachena ha ufficializzato il nome del nuovo Responsabile del Settore Giovanile biancoverde: sarà Giovanni Mureddu. La Berretti viene affidata a mister Alberto Averini. Il Pordenone comunica la cessione del difensore classe 2004 Joseph Abdalla alla Spal, giocherà nell’Under 15 A-B.

Il Napoli rinforza le giovanili con tre ex Avellino per l’Under 16 (clicca qui per articolo), invece la Primavera non decolla ed esce sconfitta malamente contro una selezione universitaria giapponese! (clicca qui per maggiori dettagli). Il Benevento acquista l’attaccante esterno Lorenzo Guerra, il classe 2003, dopo aver maturato esperienze con Mariano Keller e Real Casarea, è pronto a vivere questa importante esperienza con l’Under 16 giallorossa di mister Formisano (clicca qui per articolo).

Seguiteci sulla nostra pagina Facebook cliccando mi piace:

GiovaniliNazionali- Il calcio è dei giovani-

La Paganese acquista dal Napoli i giovani Mario Chianese e Guadagni Giuseppe (clicca qui per esclusiva GiovaniliNazionali.it) e cede in serie D sia il difensore classe 2000 Rosolino al Portici che Pierluigi Riccio allo Jesina.

Intanto la figc comunica la composizione dei Gironi relativamente ai campionati Under 17, 16 e 15 A-B (clicca qui per scaricare e conoscere le novità). Si resta in attesa della composizione della serie C e dei calendari, ma anche di tutto ciò che concerne la Primavera e la Berretti in forte ritardo quest’anno, infatti il campionato Primavera 1 non inizierà più il 1 settembre, il via ci sarà il 15 dello stesso mese.

Un giovane dell’Arezzo lascia la Toscana e si trasferisce in Puglia: giocherà nel Monopoli (clicca qui), il Matera invece, in attesa di ufficializzare il nuovo Responsabile delle Giovanili, comunica i nomi dei mister che alleneranno Berretti, Under 17 e 15 (clicca qui).

Seguiteci sulla nostra pagina Facebook cliccando mi piace:

GiovaniliNazionali- Il calcio è dei giovani-

Ciro Molisso giovane classe 2002 sta per lasciare, seppur in prestito, la Sampdoria (clicca qui per maggiori dettagli). Andrea Parisi, classe 2003 in regime di svincolo dopo la mancata iscrizione dell’Avellino alla serie B, è seguito da alcuni club di A e B.

Mattia Cozzari, centrocampista classe ’99 della Primavera del Bologna è in prova con la neonata società Reggio Audace (ex Reggiana). Lo riporta tuttoreggiana.com. La stessa società, dopo aver nominato come nuovo Responsabile delle Giovanili Alberto Biagini, affida la gestione dell’attività di base a Gianluca Notari.

Simone Rossetti classe ’97, ex attaccante della Primavera del Bologna, passa all’Imolese in Lega Pro, il Milan ufficializza due nuovi acquisti dal Belgio, precisamente dal club Standard Liegi: il portiere Lillo Guarneri classe 2002 e il centrocampista classe ’99 Alexandro Cavagnera.

Ieri pomeriggio la Nazionale Italiana Under 19 allenata da mister Guidi ha battuto in amichevole 3-2 i pari età della Croazia. In rete per gli azzurrini il difensore dell’Empoli Canestrelli, nella ripresa gonfiano la rete l’ex Spezia, ora all’Inter, Mulattieri e Davide Merola anch’egli in nerazzurro, ma già dai tempi dell’Under 15 proveniente dal Capua-

Infine, Giuseppe Carcatella, ex calciatore della Primavera del Napoli, lascia definitivamente il mondo del calcio. Troppi gli infortuni che hanno colpito l’ex Frosinone, di seguito il suo messaggio pubblicato su Facebook:”Smetto di giocare a calcio, parto dal presupposto che ci vuole più coraggio a smettere che andare avanti. Nell’ultimo periodo il pensiero è stato sempre più frequente e mi faceva stare meglio. Negli ultimi 4 anni gli infortuni uno dietro l’altro sono state delle mazzate che piano piano mi hanno consumato la mente, ritrovarsi dal firmare il primo contratto da professionista ad un letto di ospedale con un ginocchio spaccato. In questi 3 anni ho provato sempre ad andare avanti, sfidando il destino, la sorte, però dio decide lui cosa dobbiamo fare nella vita e a me un preavviso l’ha dato già a 13 anni, dove mi cercava mezza Italiama per colpa di vari personaggi mi ritrovai senza squadra fino a quando l’ultimo giorno di mercato il Frosinone decise di darmi una chance.

Decisi di mettermi in gioco e sfidare la sorte e il destino e credetemi sul campo non c’è stata partita… ero troppo più forte. Gol a grappoli contro chiunque : Lazio, Roma, Fiorentina, Pescara, Genoa, Juve, Torino, Parma, Sassuolo, Atalanta e tante altre. Ma siccome il famoso destino non riusciva a contrastarmi in campo decise di abbattermi in un altro modo e così inizió 4 anni fa un calvario di infortuni e buio. Non rimpiango niente, non rimpiango di essere andato via di casa a 13 anni e mezzo rinunciando alla mia adolescenza e ai divertimenti di quell’eta. L’unico rimorso è che preferivo dire: non ce l’ho fatta perché ho giocato ma ho fatto schifo. Invece no... il destino mi ha negato di giocare,ma mentre gli altri giocavano io ero alle prese con le risonanze, le tecar, i tutori, riabilitazioni, massaggi, ultrasuoni, onde d’urto , operazioni, ecografie. Ad oggi si è spento il fuoco e la passione ed è giusto che questa scelta la prendo io. Nonostante tutto ciò ringrazio le società che volevano darmi un’altra possibilità quest anno, ma io ho finito….”

Seguiteci sulla nostra pagina Facebook cliccando mi piace:

GiovaniliNazionali- Il calcio è dei giovani-

Piero Vetrone
(Visited 1 times, 1 visits today)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome qui