ITALIA UNDER 18- Una vittoria e un pari contro la Serbia

0
215
Italia Under 18

Italia Under 18- Gli Azzurrini del C.T. Nunziata si ritroveranno dal 6 al 13 ottobre per l’ultimo raduno prima dei Mondiali in Brasile.

Dopo aver vinto il primo match sabato scorso (2-0), al ‘Tre Fontane’ di Roma finisce 0-0 la seconda amichevole della Nazionale Under 18 contro i pari età della Serbia. I ragazzi di Nunziata giocano un buon calcio e sono praticamente padroni del campo nell’arco di tutta la gara, ma una migliore organizzazione di gioco da parte dei serbi e il portiere Katic, protagonista di almeno quattro interventi risolutivi, vanificano le molte occasioni per cogliere il vantaggio che la squadra italiana non riesce a concretizzare.
E’ il solito Sebastiano Esposito al 4’ a creare la prima opportunità cogliendo l’incrocio dei pali, sfoderando la sua usuale abilità nei calci da fermo, abilità che ripropone al 23’, ma il suo tiro sfiora la traversa. L’Italia controlla la partita, mantenendo le giuste distanze tra i reparti e grazie alle superiori doti di palleggio. Al 40’ Esposito lancia la punta del Monaco Cudrig, che supera il portiere, ma la palla indirizzata verso la rete viene calciata via da un difensore serbo. Gli Azzurrini si ripetono 4’ dopo con Brentan che, servito di testa da Delle Mura, spara a botta sicura dall’area piccola, ma si oppone d’istinto il portiere serbo Katic.

Si va al riposo in parità e nella ripresa si fanno pericolosi i serbi, che nelle ripartenze sfruttano le doti tecniche e la velocità di Simic: al 58’, poco fuori l’area azzurra, l’attaccante serbo calcia forte, ma il suo sinistro si stampa sulla traversa. Gli Azzurrini reagiscono prontamente, e appena 1’ dopo si procurano un’altra occasione, grazie ad uno scambio tra Esposito e Tongya, ma il tiro a mezz’aria di quest’ultimo viene respinto da Katic.

Nunziata effettua molti cambi e tra questi c’è quello di Gaetano Oristanio al posto di Nicolò Cudrig. E’ la punta interista a portare nuova energia all’attacco Azzurro e in due occasioni: la prima al 63’, ma il suo tiro viene calciato via dalla difesa serba a pochi centimetri dalla linea di porta; la seconda 1’ dopo con una sua percussione in area che lo porta al tiro ravvicinato, ma il solito Kalic si produce in un’altra prodigiosa parata.

La partita finisce a reti inviolate e Nunziata si dichiara comunque soddisfatto: “E’ difficile in questo periodo della stagione ripetere due prestazioni allo stesso livello – dichiara a fine gara il tecnico Azzurro -, sia per la temperatura ancora elevata sia perché la preparazione atletica non è ancora adeguata a sostenere i ritmi di una partita intera. Nonostante questo, i ragazzi hanno avuto un buon possesso palla e hanno sempre cercato di fare il risultato. Comunque questo test è stato molto importante in chiave Mondiale che tra poco più di un mese inizierà in Brasile”.
Prima di partire per la rassegna iridata, la Nazionale giovanile avrà a disposizione un altro raduno che terrà dal 6 al 13 ottobre.

Fonte: figc.it

(Visited 1 times, 1 visits today)

LASCIA UNA RISPOSTA

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome