ITALIA LEGA PRO- Che sorpresa per mister Arrigoni!

0
1027
italia

Tutto nacque il 22 maggio 1960 quando venne fondata la Rappresentativa di Lega Pro. Una maglia azzurra a cui, negli anni, i calciatori hanno incollato i propri sogni.

E’ stata festeggiata questa mattina la ricorrenza della Nazionale Serie C con il Presidente Francesco Ghirelli, il Selezionatore Daniele Arrigoni, il Segretario Generale, Emanuele Paolucci ed i dipendenti della Lega Pro.

Una grande torta con il tricolore e il 59 al centro ha fatto da cornice alla storia e al presente, immortalati nelle foto sul monitor,che raccontavano le gesta, le vittorie e la crescita tecnica e umana dei calciatori.

La sorpresa più grande è stata fatta a Daniele Arrigoni. Il tecnico, infatti, era stato chiamato in sede dal Presidente Ghirelli per una riunione tecnica pre-Universiade. L’allenatore ha aperto la porta della sala dell’incontro e ha trovato il gruppo pronto a festeggiare il compleanno delle Rappresentative.

Non me lo aspettavo, che bella sorpresa- ha dichiarato emozionato, Arrigoni- in una data speciale che segna la storia delle nostre formazioni azzurre e mi rende ancor più orgoglioso di far parte della storia di un progetto tecnico e umano dedicato ai giovani”.

C’ERA UNA VOLTA….

I NOSTRI COLORI AZZURRI NACQUERO IL 22 MAGGIO 1960

Tutto iniziò nel mese di maggio di 59 anni fa. Il 22 maggio 1960 nacque la Rappresentativa di Lega Pro, la Nazionale della Serie C. Una maglia azzurra a cui, negli anni, i calciatori hanno incollato i propri sogni.

Li hanno inseguiti e li hanno esauditi. La storia della Rappresentativa di Lega Pro parte nell’anno dell’Olimpiade di Roma. Ripercorrendo in sintesi le tappe dal libro della storia della Lega Pro:

1960 – 1967: La “Nazionale” dell’ex Serie C sconfisse la Tunisia 4-0, nel campo di Reggio Calabria. Alla sua guida fu nominato Commissario Tecnico Giuseppe Galluzzi, che rimase fino al 1967.

1967 – 1969: In questi anni subentrò Paolo Todeschini e poi, nella stagione successiva, fu la volta di Azeglio Vicini.

1970: Vicini passò nello staff di Valcareggi per il Mondiale di Germania ’74 e gli successe Enzo Bearzot.

1975 – 1976: Selezionatore della Rappresentativa per quattro anni, Bearzot passò il testimone a Sergio Brighenti nella stagione ’75-’76.

1976 – 1990: Guglielmo Giovannini guidò la Rappresentativa di Lega Pro per ben 15 stagioni consecutive: il selezionatore della squadra non cambiò mai.

1990 – 2015: Roberto Boninsegna fu il tecnico dell’Italia Lega Pro; successivamente venne nominato selezionatore Giorgio Veneri, dal 2001 al 2012, a cui seguì Valerio Bertotto fino al 2015.

2015 AD OGGI: dall’estate 2015 alla guida della Rappresentativa fu chiamato Daniele Arrigoni, che ha collezionato 5 coppe. L’ultima della quale è stata vinta con la “neonata” Rappresentativa Under 16 di Lega Pro, che è partita ufficialmente, 4 mesi fa, il 22 gennaio 2019.

Da settembre 2018 a maggio 2019: sono stati convocati quasi 500 calciatori tra Under 15, 16 e 17.

Il FUTURO PROSSIMO….UNA NUOVA SFIDA.

PRONTI PER L’UNIVERSIADE ESTIVA EDIZIONE N.30

Dall’urna sono usciti Messico e Ucraina come avversarie della Nazionale Universitaria guidata da Daniele Arrigoni. Gli azzurri le affrontano nel girone eliminatorio del torneo maschile di calcio della XXX Universiade che si disputerà dal

COMMENTO DEL TECNICO ARRIGONI AL SORTEGGIO- Il tecnico che guida la Nazionale Universitaria, Daniele Arrigoni, ha commentato a caldo il sorteggio:

Sono moderatamente soddisfatto del sorteggio, ma sarà il campo come è suo compito ad emettere il verdetto. Sappiamo che affrontiamo compagini di livello e che ci confronteremo con scuole calcistiche di prestigio. E’ il bello di una sfida che ci attende e per cui ci stiamo preparando nel migliore dei modi”.

A CACCIA DEL TERZO TITOLO- A Napoli la Nazionale andrà a caccia del suo terzo titolo dopo quelli conquistati nell’edizione casalinga del 1997 a Palermo e nel 2015 in Corea del Sud.

DICHIARAZIONE DEL PRESIDENTE GHIRELLI SULL’EVENTO MONDIALE CHE UNISCE CALCIO E STUDIO – “La competizione è dedicata ai giovani e alla loro valorizzazione ed è in linea con l’attività che svolge il calcio italiano per dare nuove opportunità di crescita ai giovani calciatori non solo dal punto di vista tecnico, ma soprattutto umano. Su indicazione del Presidente Gravina, stiamo preparando la parte tecnica, la squadra. Ci auguriamo un’attenzione di tutti i club di A, B e C.”

I GIOVANI SELEZIONATI NEI TRE RADUNI EFFETTUATI (l’ultimo verrà fatto a fine maggio)- Il primo stage di selezione si è tenuto il 19-20 marzo al Centro sportivo Bacchilega ad Imola, il secondo il 23-24 aprile a Novarello e il terzo a fine maggio al Centro Tecnico di Coverciano a Firenze. Sono stage di selezione itineranti sul territorio, presso i club di Lega Pro per un lavoro in sinergia.

In totale sono stati selezionati circa 90 calciatori per dar vita alla Nazionale Universitaria.

L’UNIVERSIADE DI NAPOLI (DAL SITO DEL COMITATO ORGANIZZATORE)

L’Universiade 2019 celebrerà gli anniversari di quelli che sono stati i maggiori contributi italiani allo sport universitario.

Nello specifico:

  • 60° anniversario della prima edizione delle Universiadi – Torino, 1959
  • 40° anniversario del record sui 200 metri di Pietro Mennea – Universiade del Messico 1979.

LE RAPPRESENTATIVE E LE …PARTITE NEL SOCIALE

…giugno 2011

La Nazionale Lega Pro scende in campo a Dura per inaugurare il primo stadio costruito dall’Autorità Palestinese e finanziato dalla FIFA. Il progetto rientrava nella mission data alla Lega Pro dal CIO, con la presenza di Champagne, del pallone come veicolo di pace tra Israele e Palestina. Nasce la partita simbolica nella terra tra Betlemme e Gerusalemme tra una squadra italiana (la nostra), una palestinese ed una israeliana. Fu un’emozione infinita.

I giovani azzurri capiscono che non è una trasferta come le altre, non è una terra come le altre. Per strada e tra la polvere i ragazzi dell’Italia Lega Pro giocano con i bambini del campo profughi di Aida. Poco dopo scendono in campo davanti a 25.000 spettatori, tra i quali, per la prima volta, prendono posto anche donne e bambine. Restano negli occhi gli abbracci e i fiori delle bambine palestinesi ai nostri giocatori all’ingresso in campo.

…ottobre 2011

La Lega Pro, con alcuni ragazzi della Nazionale Under 20, partecipa alla Maratona della Pace intitolata a Giovanni Paolo II. I giovani azzurri giocano al check point, che divide Betlemme da Gerusalemme, con coetanei israeliani e palestinesi. È un giorno di straordinaria normalità che si chiude con l’abbraccio tra giovani palestinesi, israeliani e italiani e con la foto di gruppo. In questa giornata ha vinto la voglia di stare assieme e di giocare a calcio.

…novembre 2011

È il 23 novembre e per le strade di Assisi si respira un’atmosfera di attesa e meraviglia. Si tratta di un evento straordinario e unico: per la prima volta nella storia la Nazionale olimpica palestinese gioca in Italia ad Assisi con la Nazionale Under 20 di Lega Pro.

Questo incontro, nella città simbolo del rispetto per tutti i popoli, segna una pagina importante nella storia del calcio italiano: un messaggio di pace e fratellanza reso possibile grazie allo sport.

…giugno 2012

L’11 giugno, a pochi giorni di distanza dal sisma, la Nazionale di Lega Pro è a Medolla. Il messaggio alla cittadinanza colpita e ferita dalla tragedia è “ci siamo per un abbraccio”.

I giovani azzurri di Lega Pro, con umiltà e rispetto, portano alle famiglie in difficoltà un contributo economico e il loro saluto e sorriso, in particolare ai bambini.

…gennaio 2013

A Novi di Modena, il 23 gennaio, la Lega Pro sottoscrive il “Patto di solidarietà”. L’Aquila Calcio, la Cremonese e il Latina, in rappresentanza delle squadre di Prima e Seconda Divisione, danno vita ad un gemellaggio con tre club locali, Massese Caselle 2000, ASD Novese e Pol. Roveretana. Con la firma del Patto, le società di Lega Pro si impegnano a sostenere le “società gemellate” con materiale tecnico, stage formativi per allenatori, dirigenti e componenti dei loro settori giovanili e organizzando eventi a scopo benefico per raccogliere fondi da devolvere ai club colpiti dal terremoto del maggio 2012.

Negli anni….WORK IN PROGRESS

Il percorso con tappe sociali è proseguito negli anni con  visite e consegna delle maglie ai piccoli pazienti del Meyer di Firenze e di altre strutture ospedaliere. Sono nate altre iniziative sociali con i giocatori anche con i rispettivi club di appartenenza. Nella stagione 2018-2019, ad oggi, sono state realizzate circa 350 iniziative a carattere solidale.

fonte: www.lega pro


(Visited 1 times, 1 visits today)

LASCIA UNA RISPOSTA

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome