GIOVANI TALENTI- Riccardo Canciani, la “rondinella” che sogna CR7

0
1175
Canciani

Giovani Talenti – GiovaniliNazionali va alla scoperta di Riccardo Canciani, talento in forza al Brescia e tifoso ed appassionato di Cristiano Ronaldo.

Quasi tutti, da bambini, ci siamo innamorati di una squadra, semplicemente perchè era la squadra della nostra città, o magari perchè ci aveva fatto stropicciare gli occhi guardandola per la prima volta in televisione. Magari a quella squadra siamo rimasti fedeli, qualcun’altro invece ha preferito dirottare i propri sentimenti altrove.

Ci sono poi quei bambini che, invece di affezionarsi ad una società, a dei colori, ad un’ideologia, ha rivolto il proprio sguardo ad atleti, a singoli personaggi che ai propri occhi apparivano quasi come supereroi: uno di questi bambini, oggi non più tale, è Riccardo Canciani, gioiellino in forza al Brescia che ha sempre ammirato particolarmente Cristiano Ronaldo. Non proprio uno qualunque, insomma.

Riccardo Canciani è nato nel 2002 e, come già riportato, oggi veste la casacca della formazione Under 17 del Brescia, allenata da mister Aragolaza che in questi mesi ha contribuito, e non poco, alla crescita del ragazzo sotto l’aspetto caratteriale, tecnico e umano riponendo in lui piena fiducia.

Inizia a giocare a calcio alla tenera età di 6 anni, muovendo i suoi primi passi nella scuola calcio “AS Valteniesi Calcio”: Riccardo si muove talmente bene che un anno dopo lo nota l’Atalanta in occasione di un torneo. Gli scout del club nerazzurro non ci pensano due volte prima di portarlo nel settore giovanile della Dea, dove trascorre quattro anni passando dalla categoria Pulcini a quella Esordienti, sotto la preziosa guida di figure importanti come Andrea Bassi e Lucio Bove, attuale Responsabile del settore giovanile del Gubbio.

Nell’estate del 2014 si trasferisce al Brescia, andando ad occupare un posto tra i Giovanissimi Regionali di coach Adriano Abate, ex giocatore delle rondinelle. La stagione 2016/17 è forse la migliore della sua carriera finora, in quanto riesce a superare la doppia cifra in fatto di reti segnate, nella categoria Giovanissimi Nazionali.

L’anno dopo si vede costretto a fare i conti con diversi infortuni, che lo costringono ad assaporare in maniera ridotta il campo. In quell’annata gioca tra le fila dell’Under 16, allenata da mister Passalacqua.

Veniamo quindi alla stagione attuale, targata 2018/19, che inizia nel migliore dei modi quando a fine estate sfoggia tutte le sue qualità nel “Torneo Caligaris” di Casale Monferrato, vinto proprio dal Brescia Under 17 del tecnico di origini argentine Gustavo Aragolaza in cui Riccardo gioca e segna.

Date le sue spiccate doti offensive e la sua duttilità può occupare sia la posizione di centravanti puro che di trequartista, risultando molto pericolo nel gioco aereo data la sua altezza (185 cm). In questa regular season è andato a segno nelle gare disputate dai suoi biancazzurri su punizione contro Hellas Verona (2-1) e Cittadella (4-1), mentre contro la Spal ha servito uno splendido assist di tacco al compagno Dalmiglio. Contro il Milan ad inizio 2019 ha servito ben due assist decisivi ripetendosi lo scorso 24 febbraio (4-1 al Cagliari) con un altro sigillo  e perla per un compagno.

Proprio la posizione da trequartista  che sta spesso assumendo con la n. 10, gli sta regalando parecchie soddisfazioni rendendosi molto utile per gli attaccanti. Le sue ottime prestazioni hanno convinto anche il tecnico Pavesi che, durante la settimana, quando possibile lo aggrega alla squadra Primavera sottoponendolo ad allenamenti con i “più grandi”.

Se questo giovane talento dovesse continuare a mettere in mostra le sue doti, sempre guardando con sguardo sognante CR7 ed i “galacticos”, il futuro del Brescia sarebbe sicuramente in ottime mani. E chissà che magari, un giorno, non diventi proprio lui un modello per i bambini, come lo è per lui il fenomeno di Madeira.

Noi di GiovaniliNazionali certamente glielo auguriamo.

Ferdinando Gagliotti


(Visited 1 times, 1 visits today)

LASCIA UNA RISPOSTA

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome