EUROPEI UNDER 17- Italia-Belgio ecco le pagelle del match

0
251
Italia Under 18

L’Italia – La formazione degli azzurrini di mister Nunziata batte il Belgio e guadagna la finalissima dei Campionati Europei.

Finale conquistata per gli azzurrini di mister Nunziata che battono di misura il Belgio per 2 reti a 1. La firma, nel primo tempo di Gyabuaa; nel secondo l’illusorio pari di Vertessen e poi lo splendido destro di Vergani a chiudere il match. Prestazione positiva dei giovani italiani che dopo un primo tempo dominato, hanno sofferto per una decina di minuti tra il 15esimo e il 25esimo del secondo tempo. Dopo il gol però nessun intervento da segnalare di Russo e l’Italia vola in finale in attesa della vincente tra Inghilterra e Olanda. Ecco le pagelle motivate dei 13 calciatori schierati quest’oggi dal CT Nunziata.

Russo 6,5: Qualche problema nelle uscite e nelle prese alte, ottima la risposta sul sinistro di Yayi Mpie al 69esimo. 

Barazzetta 5,5: Spesso in ritardo nelle chiusure, nel primo tempo soffre troppo l’esuberanza di Mpie. Meglio quando si propone in fase offensiva, specialmente nella prima frazione. 

Brogni 6: Esterno di difesa chiamato a un grande lavoro difensivo. Svolge egregiamente il suo compito senza strafare. Suo l’assist per l’1-0.

Leone 6,5: Schierato come regista davanti la difesa nel primo tempo orchestra la manovra azzurra non sbagliando un passaggio. Nella ripresa sbaglia qualche pallone di troppo in fase di ripartenza ma si disimpegna bene quando c’è da contrastare gli attaccanti avversari.

Armini 6: Nel primo tempo gioca molto sul tempismo negli anticipi annullando praticamente Yayi Mpie. Nella ripresa cala un po’ sulla spinta offensiva avversaria. Da un suo lancio, mal respinto da Dendoncker, nasce il gol del definitivo 2 a 1.

Gozzi Iweru 6,5: Cresce con il passare dei minuti. Se nel primo tempo raramente viene sollecitato, nella ripresa è chiamato agli straordinari. Sicuro col pallone tra i piedi, a volte si fida troppo di se stesso, e attento in fase di chiusura

Ricci 6,5: Partita vivace per l’esterno con il numero 7. Sempre nel vivo dell’azione offensiva e abile a saltare nell’uno contro uno il suo diretto avversario. Nella seconda frazione, con gli spazi che si aprono, sforna alcuni assist non sfruttati a dovere dai suoi compagni. 

Gyabuaa 7,5: Praticamente uomo ovunque. Corre per tutto il rettangolo di gioco, regala assist, ruba palla, di fende attacca. Segna il gol del momentaneo 1-0 con un tap-in a porta vuota. Ottima la sua prova.

Vergani 7: Si inventa un destro al volo da grande centravanti, regalando il pass per la finale alla compagine azzurra. Tuttavia, ha sulla coscienza due gol sbagliati, al 12° e al 56°. Premiato il suo gol vittoria. (dall’ 81′ Rovella s.v.). 

Greco 6,5: Anche per lui tanta corsa e grinta. Sbaglia il gol, su azione di contropiede, che poteva chiudere la gara al 75esimo, ma fornisce una prestazione solida e convincente (dal 76′ Vaghi s.v.). 

Fagioli 6: Ogni qualvolta entra in possesso del pallone, può inventare qualcosa di pericoloso. Oggi lo ha dimostrato, mandando più volte i compagni in porta e mostrando tutte le sue abilità palla al piede (dal 63′ Colombo 6: Cerca di far rifiatare la squadra nel momento di massima pressione del Belgio. Crea spazi per Vergani che con il suo ingresso trova maggiore libertà). 

fonte:mondoprimavera.com

(Visited 62 times, 1 visits today)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome qui