ESCLUSIVA- Mister Mancini (U15 Pescara):”Il mio amore per il Pescara, vi presento Pompetti e per domenica testa alla Salernitana…”

0
1586
Mancini

Mancini- Il tecnico di origini romane Felice Mancini vanta un passato come allenatore anche delle giovanili del Montesilvano e del Silvi.

La Redazione di GiovaniliNazionali.it ha intervistato in esclusiva l’attuale allenatore dell’Under 15 del Pescara Felice Mancini.

1) Dopo aver ottenuto ottimi risultati alla guida dell’Under 17 del Pescara nella passata stagione, da settembre Lei allena l’Under 15 biancazzurra. Ci vuole spiegare il motivo di questa scelta?

“La scelta è stata portata avanti dal Responsabile del Settore Giovanile Giuseppe Geria in accordo con la società. L’attuale categoria Under 15 è formata da ben 15 ragazzi nuovi ,la società ha ritenuto opportuno affidarla a me e con grande piacere ho accettato questa sfida. Sicuramente abbiamo effettuato un lavoro duro e importante, assieme al mio staff, iniziato dalla scorsa estate finalizzato a plasmare questi ragazzi anno 2003 che per la prima volta si stanno affacciando al professionismo. Sono contentissimo di questa opportunità che la società mi ha dato in quanto per me la categoria non conta in un settore giovanile, ma lavoro esclusivamente sulla crescita dei ragazzi sotto tutti gli aspetti.”

2) Negli ultimi 18 mesi il Pescara Under 17 ha sconfitto 4 volte su 5 i pari età del Napoli, due volte in Abruzzo e altrettante a Sant’Antimo in casa degli azzurrini. Il Pescara è proprio la bestia nera del Napoli?

“I numeri dicono di si, poi nel calcio esistono anche gli episodi, ma sicuramente nella passata stagione quando abbiamo affrontato più volte l’Under 17 del Napoli siamo riusciti sempre ad esprimerci al meglio. Nel Pescara calcio scegliamo sempre ragazzi non pronti e negli anni a seguire cerchiamo di farli crescere sotto tutti gli aspetti. Ecco che, una volta giunti nella categoria Under 17, la maggior parte dei calciatori riesce ad esprimersi positivamente ed il merito di ciò va dato soprattutto agli allenatori che negli anni precedenti sono riusciti ad inculcare loro tutti i valori tecnici e tattici.

3) Da quest’anno nella Primavera dell’Inter fa parte un certo Pompetti che Lei conosce bene in quanto lo ha allenato la scorsa stagione nel Pescara Under 17. Ci può descrivere le caratteristiche del giovane classe 2000 e dire se, a suo avviso, il ragazzo può avere ancora dei margini di miglioramento?

“Pompetti è cresciuto nel settore giovanile del Pescara iniziando dagli Esordienti e ho avuto la fortuna di allenarlo nei Giovanissimi Nazionali anche se, in quel momento, ricordo che non era ancora pronto fisicamente. Sin da piccolo in lui si intravedeva del talento e, alla fine della scorsa stagione in cui ha partecipato con la mia Under 17, abbiamo ritenuto fosse pronto per una realtà importantissima come l’Inter. La cessione di Pompetti ai nerazzurri ha sicuramente riempito d’orgoglio tutto il settore giovanile del Pescara premiando tutto il lavoro svolto negli anni sul ragazzo. Lui è un classe 2000, ruolo centrocampista centrale, ma può benissimo fare la mezzala, è dotato di un ottimo sinistro come pochi se ne vedono in giro, anche se sa disimpegnarsi bene anche col destro. Ha una visione di gioco importante ed in questo è avanti rispetto a molti altri ragazzi, si è reso protagonista di un ottimo Torneo disputato con l’Inter Primavera al Viareggio. E’ un ragazzo che vuole sempre migliorarsi sotto tutti gli aspetti, deve crescere nella forza fisica e gli auguro le più grosse soddisfazioni perchè se le merita.”

4) Domenica 22 aprile chiuderete il Campionato sul campo di una Salernitana che sarà agguerrita in quanto ancora in corsa per assicurarsi un posto ai play off. Come state preparando la gara?

“Noi prepariamo le gare contro i nostri avversari sempre allo stesso modo, cercheremo di fare una gara per aumentare la nostra crescita. Siamo consapevoli del fatto che domenica la Salernitana si gioca la stagione proprio contro di noi, ma disputeremo una gara gagliarda senza alcun problema.”

5) Su quale panchina siederà mister Mancini nella stagione 2018/19?

“Mi auguro vivamente di restare al Pescara calcio, ormai sono qui in Abruzzo da dieci anni. Noi allenatori del settore giovanile siamo comunque a disposizione della società, ad oggi non c’e’ stato alcun contatto tra la dirigenza e il sottoscritto e attendo una loro chiamata, appena riterranno opportuna farla, per conoscere il mio futuro. Ripeto che mi piacerebbe moltissimo restare al Pescara, se non dovesse esserci la possibilità allora guarderei sicuramente altrove per abbracciare qualche altro progetto importante.”

Fonte foto: facebook

Piero Vetrone

(Visited 550 times, 1 visits today)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome qui