ESCLUSIVA- Lo sfogo di Mario Aiello (Giov. Paganese):”Gloria e successo si possono conquistare anche nella vostra terra!”

0
3430
Mario Aiello

Mario Aiello- Da circa due anni Mario Aiello svolge all’interno della cantera della Paganese il delicato ruolo di Responsabile dell’Area Tecnica.

Intervenuto in esclusiva per la Redazione di Giovanilinazionali.it, il dirigente azzurrostellato ha voluto chiarire alcuni aspetti inerenti le decisioni assunte da alcuni giovani calciatori di abbandonare la propria regione per trovare fortuna altrove…

Di seguito le parole del Dirigente Mario Aiello:

“Circa due anni fa ho preso in mano le redini delle Giovanili della Paganese e, assieme al prezioso contributo del Presidente Giuseppe Caiazzo, siamo riusciti a raggiungere traguardi straordinari. Tra questi successi evidenzio sicuramente la qualificazione ai play off di tutte le categorie nell’ultimo biennio, la promozione in Prima Squadra di calciatori del calibro di Cardone, Riccio, Buonocore, Cappa e Verdicchio e la cessione in prestito di giovani prospetti in categorie minori per consentire loro di maturare minutaggio ed esperienza.

Siamo soddisfatti di tutto ciò, ma consentimi di rimarcare un aspetto che non mi piace affatto: spesso mi capita di offrire la possibilità ad alcuni ragazzi campani di indossare la maglia della Paganese, invece di cogliere a volo questa occasione, preferiscono valutare ed accettare offerte fuori regione in quanto in cuor loro, spesso anche spinti dal loro entourage e dai loro genitori, per diventare calciatori bisogna per forza andare via da questa terra. Con tutto il rispetto accetto la scelta, ma non la condivido in quanto sul territorio campano ci sono delle realtà importanti, come la nostra, in cui si può fare bene, togliersi soddisfazioni senza stravolgere la crescita e gli obiettivi di ogni singolo ragazzo. 

Ma la cosa che mi rattrista maggiormente è la seguente: dopo una o due stagioni, in cui il convitto fuori regione è stato anche pagato profumatamente, molti di questi giovani rientrano a casa e ci chiedono la possibilità di giocare con la Paganese, o spesso anche in altre squadre campane. Concludo lanciando un appello non solo ai nostri giovani calciatori del territorio, ma anche ai rispettivi genitori: non cercate per forza la gloria altrove, ma credete di più nella vostra terra…”

La Redazione di GiovaniliNazionali.it ringrazia la Paganese calcio e Mario Aiello per la disponibilità e la cortesia.

La Riproduzione dell’intervista, totale o parziale, è concessa solo previo consenso della redazione di GiovaniliNazionali.it

Piero Vetrone

(Visited 1 times, 1 visits today)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome qui