CAVESE-ASCOLI (BERRETTI)- I marchigiani dilagano nel finale

0
763
Cavese

Cavese-Ascoli: i campani occupano la sesta piazza nel campionato Berretti, mentre l’Ascoli è la seconda forza del girone D.

Si è giocato all’ “Antonio Desiderio” di Cava de’ Tirreni in un orario più tardo rispetto a quello usuale delle 14:30 per la categoria Berretti il match Cavese-Ascoli valido per la 12° giornata nel girone D.

Le due formazioni non si risparmiano sin dai primi minuti e ne viene fuori una partita bellissima e dai ritmi frenetici in cui ci sono continui capovolgimenti di fronte con occasioni da gol a ripetizione.

Dopo neanche un minuto di gioco è l’Ascoli a passare in vantaggio: i bianconeri recuperano palla a centrocampo e si involano sulla destra mettendo un cross per Mattei che in mezza rovesciata insacca. Palla al centro e i padroni di casa trovano il pari con Nicodemo che, dal vertice sinistro, prima dribbla il diretto avversario e poi lascia partire forte e preciso sul secondo palo che Zizzania non può mai prendere.

Sull’1-1 fioccano le occasioni da ambo le parti e il ritmo non cala, a salire in cattedra è però soprattutto il portiere della Cavese Bisogno, oggi tra i migliori in campo, bravo e attento di fronte alle conclusioni avversarie.

Nella ripresa le squadre continuano a divertire il pubblico sugli spalti e la partita resta davvero gradevole, ma gli ospiti di Naccarella la sbloccano a dieci dal termine anche con un pizzico di fortuna. Infatti da un calcio d’angolo un pò smorzato il primo a intervenire è Rossi che trova il secondo palo e beffa stavolta Bisogno che non ci arriva.

Subito dopo lo svantaggio saltano i nervi ai ragazzi di Perrella che vedono sfumare una piccola impresa nel finale: è Numerato che, dopo aver subito un presunto fallo non sanzionato, ha inseguito il suo diretto avversario fino a centrocampo per scalciarlo e guadagnarsi un meritatissimo cartellino rosso.

In pieno recupero gli ospiti, con la Cavese tutta sbilanciata in avanti a caccia del 2-2, colpiscono due volte in contropiede: prima con Mazza che finalizza una ripartenza avviata dalla propria metà campo e subito dopo con Intinacelli che sfrutta una palla persa a centrocampo dai campani.

Dunque al Desiderio a fare festa e continuare la sua marcia è la formazione marchigiana che vince con un 4-1 un pò troppo pesante per una bella Cavese, brava a tenere testa agli avversari anche come qualità di gioco.

Marco Lepore

(Visited 1 times, 1 visits today)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome qui